Euro 6 Benzina e Diesel, figli e figliastri

In questi giorni di blocco alla circolazione abbiamo discusso anche in radio del perché della scelta del nostro Sindaco di bloccare le vetture Euro 6 diesel. Oggi Virginia Raggi risponde sui social alle polemiche. Lo fa citando dati e facendo esempi (la ormai famosa stanza chiusa piena di fumo) e mettendo a disposizione anche una faq con le risposte dei tecnici del Comune (https://www.comune.roma.it/web-resources/cms/documents/faq_smog.pdf).

Il tutto però non ci convince, o meglio, non chiarisce il perché di una scelta che penalizza i diesel di ultimissima generazione che per normativa europea rispettano gli stessi standard dei benzina (figuriamoci i benzina euro 4 e 5). Basta vedere la tabella di Wikipedia sui limiti degli Euro6 per alimentare tutti dubbi di questa scelta.

https://it.wikipedia.org/wiki/Euro_VI

Una scelta politica e non tecnica anche infelice, perchè non risolve il problema (l’inquinamento è aumentato) e indica ai cittadini una direzione sbagliata: via libera alle auto vecchie (la normativa E4 è datata 2006!) mentre punisce chi ha investito sul futuro comprando un auto anche solo 6 mesi fa! La normativa Euro 6 temp D è del settembre 2019! Davvero questa decisione sembra non avere nessuna logica. Un’analisi più dettagliata fra le tante, è quella di Quattroruote. Lasciamo anche questo link per chi volesse approfondire l’argomento.

Tiziano Moroni

Condividi